Fiuggi

La cittadina laziale di Fiuggi, sita ai piedi dei Monti Ernici, in Provincia di Frosinone, è molto conosciuta per le sue sorgenti e per l’acqua che qui si produce. Questo centro nasconde però luoghi e scorci molto interessanti, che stanno facendo emergere Fiuggi tra le cittadine più visitate ed apprezzate dai turisti provenienti sia dall’estero che dalla nostra Penisola.

Il centro storico, chiamato “Fiuggi Città”, viene abitualmente separato da quello termale, chiamato “Fiuggi Terme”, e merita di certo una visita più approfondita di quanto ci si possa aspettare.

I primi insediamenti in quest’area, con la fondazione di “Felcia”, vengono fatti risalire alla popolazione pre-romana degli Ernici.

I Romani occuparono poi la zona attorno al 367 a.C. e furono proprio loro a dare inizio allo sfruttamento sistematico delle acque della Fons Arilla. Moltissime furono le battaglie che videro come protagonista l’antica Fiuggi, tutte causate dal desiderio di controllo dell’area, considerata di importanza più che strategica.

Attorno agli inizi del 1900, con l’inaugurazione delle prime Terme moderne e di numerose infrastrutture, Fiuggi divenne una località mondana frequentata da ricchi e potenti.

Tra i luoghi d’interesse turistico della città, oltre al borgo medievale, ci sono la Fonte Bonifacio VIII, costruita negli anni Settanta dopo la demolizione delle Terme in stile liberty preesistenti, e Palazzo Falconi, settecentesco, che comprende anche una sala tutta dedicata a Napoleone, sul cui arrivo a Fiuggi si era molto vociferato all’epoca.

 

Commenta