Cassino

Cassino è uno dei centri più conosciuti del Lazio e gran parte della sua fama è da ricondurre alla splendida Abbazia di Montecassino che qui fu eretta dai benedettini. Nella ridente cittadina laziale, però, c’è molto di più da vedere e da godere.

Sita in Provincia di Frosinone, la città di Cassino risale all’epoca in cui la popolazione dei Volsci fondò il centro abitato di “Casinum”, presto assediato e conquistato dai bellicosi Sanniti. Nel 312 a.C. fu la volta dei Romani che riuscirono a conquistare tutta l’area e ad insediarsi definitivamente nella città.

In tempi più recenti l’antico nome “Casinum” fu rimpiazzato dal nome “San Germano”, per poi essere ripristinato in Cassino il 28 Luglio del 1863.

Da allora ad oggi la città del frosinate è stata teatro di eventi di importanza notevole, come la Battaglia di Monte Cassino, durante la II Guerra Mondiale.

Molti conosceranno Cassino per la famosa Abbazia benedettina che qui fu costruita dai monaci del suddetto ordine. Si tratta di una delle Abbazie più importanti di tutta l’area cristiana ed è questo il luogo dove San Benedetto dettò la “Regola” che regolamentava dettagliatamente tutte le fasi della vita monacale. Sempre a Montecassino San Benedetto morì e fu sepolto.

Nel 1944 l’Abbazia fu completamente rasa al suolo dai bombardamenti degli alleati ed in seguito ricostruita cercando di restare fedeli all’edificio originario.

 

Commenta